Dopo l’esperienza spagnola di Inmocionate, sono tornato negli Stati Uniti per scoprire come sta cambiando il nostro settore in uno dei paesi più dinamici al mondo, sotto tutti i punti di vista.

Per questo motivo desidero raccontarvi il mio viaggio di lavoro negli Usa e, in particolare, a Orlando (Florida), dove ho partecipato al Congresso Nar (National Association of Realtors), l’evento più importante del settore immobiliare a livello internazionale.

Durante questo evento, durato due giorni e mezzo e inframezzato da due stupende cene di gala, sono stato ospite di Fiaip (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali), che desidero ringraziare personalmente attraverso la persona di Raffaele Dedemo, vicepresidente nazionale con delega al Turismo, che ci ha accompagnato durante tutta la manifestazione.

E’ stato un evento ricco di stimoli e novità, in particolar modo per quanto riguarda la  fiera del real estate dedicata agli agenti immobiliari con tantissimi stand: tecnologia con i droni, utilizzo strumenti per fare self-video, bilanciatori automatici, magnetici per smartphone, strumenti per riprendere gli immobili. Sulla mia pagina di facebook ho postato dei video dove ho mostrato alcune di queste novità.

Ho avuto anche l’opportunità di conoscere Steve Pacinelli, ceo di BombBomb, una start-up molto interessante che offre la possibilità di inviare, al posto della classica mail testuale, un video abbinato a un messaggio. Si tratta, in poche parole, di un servizio di messaggistica via mail di tipo evoluto: un esempio concreto e indicativo della direzione che stanno prendendo strumenti di questo tipo, sempre più interattivi e utili per raggiungere il proprio target in modo efficace.

Ma diamo un’occhiata anche ai numeri, che aiutano a rendere l’idea dell’importanza di questa manifestazione.

La Nar è l’associazione di categoria americana e riunisce centinaia di piccole associazioni territoriali, con 1 milione e 220mila agenti immobiliari iscritti su un totale di 3 milioni.

All’evento di Orlando sono accorsi ben 70mila agenti immobiliari, con delegazioni da tutto il mondo, sia europee che sudamericane, oltre a quelle cinesi.

La grande partecipazione a questo evento è uno dei dati che mi hanno colpito di più e che voglio condividere con voi: per gli agenti immobiliari americani investire parte del proprio tempo in formazione (i workshop, molti dei quali davvero interessanti, erano innumerevoli), scoprendo e apprendendo le principali novità in termini di innovazione e tecnologia, non è solo un modo per crescere professionalmente, ma rappresenta un obbligo preciso.

Entrambe le licenze (agente immobiliare o broker) necessarie per poter operare nel mercato immobiliare statunitense devono essere aggiornate con ore di formazione e crediti formativi annui: la formazione qualificata è dunque uno strumento utile sia per il singolo agente immobiliare che per tutta la categoria. Una lezione che dovremmo seguire con maggiore attenzione anche nel nostro paese e a questo proposito vi ricordo che giovedì 1 e venerdì 2 dicembre si terrà il Real Estate Awards, l’evento più atteso dell’anno dedicato all’immobiliare italiano.

Al Centro Congressi di Orlando erano tantissime anche le postazioni espressamente dedicate al dialogo e all’interazione, anche perché coltivare le relazioni è una componente fondamentale del nostro mestiere. Ebbene, a Orlando era possibile farlo pressoché ovunque, anche vicino agli stand MLS o a quelli dei portali Realtor.com, Homes.com. Zillov, Trullia e tanti altri. Non mancavano, inoltre gli stand delle stesse agenzie immobiliari, in quanto considerano gli agenti immobiliari come clienti, il tramite per  raggiungere l’obiettivo comune, ossia la vendita.

14938265_10154141204907169_4908711061873995267_nL’evento di Orlando era dunque dedicato alla categoria nel suo complesso. Durante il congresso sono stati nominati responsabili dei board terrioriali e anche il “Realtor dell’anno”, con una parte dedicata alla beneficenza.

Insomma: al Congresso Nar è vietato mancare!

Per questo ho deciso di tornarci l’anno prossimo e voglio lanciare un appello agli agenti immobiliari per partecipare insieme a questo importantissimo evento che il prossimo anno si terrà a Chicago.

Che ne dici, sei dei nostri?

Se anche tu vuoi partecipare alla spedizione ad Orlando il prossimo anno contattami.