Come cambia il Real Estate con Blockchain

Torno a parlare di frontiere tecnologiche nel Real Estate, introducendo un argomento cruciale: quello delle ICO e dei Token, novità che riguardano anche il mercato immobiliare.

Se mi segui (ma sono sicuro che lo fai) avrai già avuto modo di leggere gli articoli su Ethereum e Blockchain. Bene, ottimo punto di partenza!

Oggi, invece, voglio ragionare con te sulle Initial Coin Offering (ICO) e il processo di tokenizzazione, partendo da un caso studio interessante per il nostro mondo.

 

Il caso Brickblock

Partiamo da una realtà già presente e che ha appena lanciato l’ultima fase della sua ICOBrickblock. Si tratta di una piattaforma che usa smart contract per investimenti immobiliari garantiti da Blockchain. Come funziona? Il meccanismo è piuttosto semplice: i venditori possono offrire agli investitori beni reali (case, palazzi o proprietà) definiti asset, accettando come forma di pagamento criptovaluta. Gli investitori, dal canto loro, per ogni loro investimento ricevono un gettone chiamato “Proof-of-asset Token” (che letteralmente si traduce con “Gettone prova di asset”), per le quote di proprietà acquisite. Il gettone serve a garantire la partecipazione all’investimento e i profitti derivanti.

 

Lo schema di funzionamento di Brickblock tratto dal sito
Lo schema di funzionamento di Brickblock tratto dal sito

 

Brickblock: i nuovi investimenti nel Real Estate e le occasioni per gli Agenti immobiliari

Brickblock desidera cambiare le regole del gioco per gli investimenti nel Real Estate. Non si tratta solo di un modo estremamente agile e sicuro di reperire fondi per l’immobiliare, ma è anche un nuova filosofia del mercato attraverso compartecipazioni libere da frontiere e limiti di budget. In più il Proof-of-asset Token funziona da agente per gli scambi, svincolando gli investitori dalle valute tradizionali e dai limiti delle criptovalute. In sostanza il Token diventa una vera e propria moneta dedicata agli immobili con cui acquistare beni reali essendo certi dei titoli sulla proprietà e con una spartizione automatica dei profitti.

Piattaforme come Brickblock promettono, in caso di successo, di spalancare occasioni anche agli operatori professionali. Nel breve periodo gli agenti immobiliari potrebbero confrontarsi con formule di investimento evolute, grazie alle quali le vendite verrebbero agevolate e la burocrazia semplificata.

L’agenzia potrebbe trattare l’investimento liberandoli dall’oneroso e -spesso- lungo processo burocratico rivolgendosi non a un solo investitore grande ma a più investitori piccoli. Per sua stessa natura la tecnologia Blockchain offre enormi tutele e gli Smart Contract sono infallibili e inattaccabili.

Ovvio che se le premesse di Brickblock si avverassero l’agente immobiliare si troverebbe di fronte a enormi opportunità e allo stesso tempo sfide: da un lato il Real Estate spalancherebbe le porte a panorami di investimento difficilissimi oggi; dall’altro il professionista dovrebbe porsi come consulente vero, in un settore tanto cambiato dagli apporti della tecnologia, quanto inesplorato dai clienti.

Come funziona il Proof-of-asset token - Tratto dal sito ufficiale di Brickblock
Come funziona il Proof-of-asset token – Tratto dal sito ufficiale di Brickblock

 

Cos’è un Token

Abbiamo scoperto Brickblock: una piattaforma basata su Smart Contract per il Real Estate. Chi opera tramite Blockchain, proprio come Brickblock, sfrutta una rete capace di gestire transazioni. Queste transazioni possono riguardare criptovalute, per esempio nel caso di bitcoin, ma possono anche essere legate a un servizio specifico se si utilizza Ethereum. In questo caso, infatti, la rete offre la chance di creare la propria “moneta” (virgolettata, perché non è proprio la definizione corretta, seppur sia utile a chiarire il concetto) con cui le persone possono acquistare i servizi o i prodotti della realtà che l’ha emessa. Queste “monete” proprie sono chiamate Token. In pratica chi desidera fruire dei servizi dell’emettitore dovrà acquistarli attraverso il Token rilasciato, che sarà registrato su una Blockchain e che quindi ne presenterà tutti i vantaggi.

L’Ether, per esempio, è nato come Token di Ethereum, grazie al quale le persone avrebbero acquistato il Gasnecessario a lanciare gli Smart Contract.

Il Proof-of-asset Token è il gettone di Brickblock con cui gli investitori potranno godere dei servizi della piattaforma.

Cos’è una ICO

Nel mondo di tutti i giorni esistono diversi modi per finanziare progetti innovativi: dal reperimento di fondi tramite crowdfunding all’appoggio di evangelist. Nel mondo Blockchain le cose si allargano per via dell’emissione dei Token e della tecnologia.

Chi desidera lanciare un servizio basato su Blockchain in Ethereum ha verosimilmente bisogno di capitale per realizzarlo.

Per reperirlo può mettere in vendita anticipatamente il proprio Token, invitando le persone che credono nel progetto a sostenerlo in cambio del gettone col quale potranno fruire dei servizi che verranno sviluppati.

Questo processo si chiama ICO (Initial Coin Offering) ed è il modello tipico di finanziamento per le  realtà Blockchain. Una società che vuole proporre un servizio su Ethereum potrà raccogliere capitali grazie alle pre-vendita dei propri Tokenche verranno registrati e gestiti sulla rete. Attraverso la ICO, l’azienda può ottenere le risorse necessarie allo sviluppo concedendo in cambio i gettoni con cui gli utenti acquisteranno il servizio che andrà a creare. Molto spesso le ICO sono divise in step, che corrispondono ai passaggi cruciali per la riuscita del progetto.

Nel caso di Brickblock i passi sono stati 3: il primo nel 2017 con una pre-vendita di Token pari a 1 milione di dollari per comporre il team di lavoro; il secondo sempre l’anno scorso con un round di raccolta di 4 milioni di dollari per la creazione dell’MVP (Minimum Viable Product); il terzo appena passato del 9 Maggio 2018 con oltre 12 milioni di dollari reperiti per il completamento del prodotto e l’espansione degli asset.

 

I 3 step dell’Ico di Brickblock - Modello dal sito ufficiale
I 3 step dell’Ico di Brickblock – Modello dal sito ufficiale

 

 

Nella maggioranza dei casi, le ICO non hanno fortuna. Occorre presentare agli investitori un piano serio e credibile perché accettino di acquistare in pre-vendita Token con la possibilità di disporre dei servizi anni dopo. Ma è importante anche gettare le basi per attirare gli speculatori. I Token hanno caratteristiche molto simili alle criptovalute pure, per esempio bitcoin, e per questo possono rappresentare un’ottima fonte di guadagno (o perdita). Alcune volte questi gettoni si sono talmente diffusi e il loro valore è così cresciuto da diventare a loro volta valute vere e proprie, accettati su mercati diffusi, come è accaduto per gli ether.

 

Evidenti indizi di cambiamento nel settore immobiliare

Ora ti è chiaro cosa siano Ico e Token, e come una realtà che vuole sviluppare un servizio basato su Blockchain riesca a reperire il capitale per riuscirci.

Hai conosciuto anche Brickblock, un’azienda che già esiste, che sta per entrare in azione ed è una delle più importanti esperienze d’innovazione nel campo degli investimenti immobiliari.

Brickblock è un esempio di come Blockchain ed Ethereum promettano di evolvere a fondo il mercato immobiliare. Sono indizi lampanti del fatto che il momento di comprendere questa tecnologia è adesso, per farsi trovare pronti al momento della sua esplosione. Gli agenti immobiliari potrebbero avere grandi carte da giocare in futuro.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto.

Se hai domande, dubbi o vuoi intavolare una discussione, volentieri! Non devi fare altro che commentare.

Tornerò presto sull’argomento Blockchain.

Nel frattempo, un grande saluto!